Accedi
Registrati

Ricorso multa Giudice di Pace

A cosa serve?

Se hai preso una multa ingiustamente puoi impugnarla davanti al giudice di pace al fine di chiederne l’annullamento o la nullità e non doverla pagare.
Conviene impugnare al giudice di pace se non hai sicurezza di vincere: a differenza del ricorso al prefetto, se perdi, il raddoppio della multa non è automatico.
Il ricorso da noi predisposto prevede alcune ipotesi specifiche di impugnazione:
  • Non c'era il cartello che segnalava la presenza dell'autovelox/tutor
  • Per le multe riferite specificamente al conducente identificato dalla polizia: non mi hanno fermato ma ho solo ricevuto la multa a casa
  • Per le multe per mancanza di documenti, non mi è stato comunicato l'obbligo di presentarli successivamente entro 60 gg
  • Nel verbale non è indicata la città del giudice di pace competente a cui presentare il ricorso
  • L'auto indicata nel verbale e/o i dati del conducente sono errati
  • Nel verbale non è indicata la norma violata
  • Nel verbale non c'è il nome e/o la firma dell'agente verbalizzante
Se nessuno dei precedenti è il tuo caso, puoi comunque scrivere tu stesso il motivo della nullità della multa.

Cosa devo fare del documento una volta che l’ho scaricato?

  • Il ricorso deve essere presentato entro 60 gg dalla notifica della multa a casa tua, all’ufficio del giudice di pace del luogo dove il fatto è avvenuto, in cinque copie (alcuni uffici ne richiedono quattro o anche meno) e allegando l'originale del verbale (alcuni uffici richiedono una semplice fotocopia).
  • Stampa il ricorso e firmalo. Compra una marca da bollo da 27 euro dal tabacchino per apporla (come un adesivo) sul ricorso (in alto a destra); a fianco del bollo scrivi la parola “ORIGINALE”. Poi fotocopialo due volte e scrivi su ciascuna fotocopia (in alto a destra) la parola “COPIA”.
  • Assicurati di avere allegato i documenti necessari scrivendo numeri progressivi su ciascun documento (in alto a destra) con un pennarello o una penna nera.
  • Inserisci le tre copie del ricorso e i documenti in una cartellina rigida (puoi comprarla da un tabacchino); scrivi il tuo nome e cognome e il numero del verbale della multa sulla copertina della cartellina.
  • Porta la cartellina presso l’ufficio di cancelleria del Giudice di pace della tua città: chiedi dell’ufficio per l’iscrizione a ruolo; porta con te 43 euro per la tassa (il contributo unificato), oppure invialo attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno.
  • Una volta che hai depositato il ricorso nell’ufficio dell’iscrizione a ruolo segnati il numero assegnato (numero RG) e chiedi al funzionario la data dell’udienza. Se non è ancora disponibile la data, chiedi e segnati il numero di telefono della cancelleria del giudice di pace e telefono 10 giorni dopo per avere la data dell’udienza.
  • All’udienza presentati personalmente, portati copia del ricorso e degli eventuali documenti che hai allegato: se non ti senti sicuro fatti assistere da un avvocato .
  • Se il giudice di pace ti dà ragione annulla la multa e non devi pagare nulla. Se ti dà torto, può rideterminare la sanzione ma non può andare oltre al massimo previsto per quel comportamento.

Cosa devo/posso fare successivamente?

  • Una volta che hai depositato il ricorso nell’ufficio dell’iscrizione a ruolo segnati il numero assegnato (numero RG) e chiedi al funzionario la data dell’udienza. Se non è ancora disponibile la data, chiedi e segnati il numero di telefono della cancelleria del giudice di pace e telefono 10 giorni dopo per avere la data dell’udienza.
  • All’udienza presentati personalmente, portati copia del ricorso e degli eventuali documenti che hai allegato: se non ti senti sicuro fatti assistere da un avvocato.
  • Se il giudice di pace ti dà ragione annulla la multa e non devi pagare nulla. Se ti dà torto, può rideterminare la sanzione ma non può andare oltre al massimo previsto per quel comportamento.
  • Se, alla fine, hai perso i ricorsi puoi impugnare la sentenza presso il Tribunale: in questo caso ti consigliamo comunque di contattare un avvocato.

In quali altri modi si può chiamare il documento?

  • Impugnazione della sanzione amministrativa per infrazione al codice della strada presso il giudice di pace (es. eccesso di velocità, guida con il cellulare, parcheggio irregolare, ecc ...)
  • Ricorso al giudice contro la multa
  • Causa presso la magistratura onoraria contro il verbale di accertamento di un'informazione al codice della strada
  • Ricorso avverso la sanzione amministrativa per infrazione al codice della strada (es. strisce blu, autovelox, tutor, ecc ...)
  • Causa contro la Polizia per contestare una multa





      Chatta ora
    Oppure contatta l'assistenza clienti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti, al fine di migliorare il servizio offerto. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito e non autorizzare i cookie di terzi, accedi alla cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nell'apposita sezione delle policy.